feature_loghi

feature_loghi

Image

Ampia gamma di farine tipo 0, in tante varianti miscelate in modo da offrire ai professionisti una vasta scelta di prodotti specifici per le diverse destinazioni d’uso, a garanzia di un risultato preciso, sempre di altissima qualità. Con o senza aggiunta di acido ascorbico, più o meno reattive, con diversi indici di attività enzimatica, per abbracciare le esigenze produttive e di metodo di ogni professionista.

W 120-150
P/L 0.35-0.55

 

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina di forza debole, da usare per preparazioni di pane tipo toscano a breve lievitazione e paste secche in genere.

W 220-240
P/L 0.50-0.65
CD ≥4 minuti

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina base per panificazione da usare per impasti diretti o rinfreschi.

W 240-270
P/L 0.50-0.70
CD ≥3 minuti

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina base per panificazione ad alta attività amilasica, molto versatile, da usare per impasti diretti e ferma lievitazione.
Contiene un pre-mix a base di malto.
Si sconsiglia l’utilizzo di altro miglioratore, se non in piccole quantità, poiché la farina ha già un’attività enzimatica superiore al normale.

W 270-290
P/L 0.70-0.80
CD ≥5 minuti

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina rinforzata per panificazione da usare per impasti diretti o rinfreschi.

W 300
P/L >1

 

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina base per panificazione da usare per impasti diretti o rinfreschi.

W 280-300
P/L 0.50-0.60
CD >8 minuti

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina rinforzata per panificazione da usare per impasti diretti o rinfreschi.

W >300
P/L >1.0

 

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina rinforzata di qualità adatta per lievitazioni di media durata.

W 270-290
P/L 0.50-0.60
CD>6 minuti

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina base per panificazione, molto estensibile, da usare per impasti diretti o rinfreschi.
Macinata da puro grano proteico di forza proveniente da paesi nord europei.

W 300-330
P/L 0.7-1.0
CD ≥12 minuti

DEFINIZIONE
Farina di Grano Tenero Tipo 0 ottenuta dalla macinazione e conseguente abburattamento del grano tenero liberato dalle sostanze estranee e dalle impurità.

DESTINAZIONE D’USO
Farina di qualità, versatile, adatta alla preparazione di svariati tipi di pane e bighe a medio riposo.

Selezione delle materie prime

La sicurezza del prodotto parte dal controllo della materia prima. Il Molino di Pordenone verifica accuratamente il carico di grano in arrivo: ogni camion deve attendere il responso di un’analisi reologica e microbiologica prima di procedere con lo scarico, per verificare che la merce rispetti gli standard delle normative della comunità europea. Una volta scaricata la merce, ogni chicco di grano passa attraverso una selezionatrice ottica, che scarta ogni eventuale grano non conforme e potenzialmente nocivo alla salute del consumatore