MOLINO2030

CLIMATE POSITIVE DEVELOPMENT PROGRAM

Molino Pordenone si impegna ad operare con responsabilità nei confronti dell’ambiente e delle persone che con esso interagiscono.Vogliamo proteggere la sostenibilità a lungo termine del nostro sistema alimentare e della catena di approvvigionamento, collaborando con fornitori e clienti.

Anche in un settore secolare come quello della molitura, è importante innovare responsabilmente per ridurre il nostro impatto operativo sul pianeta e per questo lavoriamo per lasciare alle generazioni future un mondo pulito, verde e migliore.

Ci impegnamo a fare passi avanti allineando i futuri progetti di tutela dell’ambiente con le nostre principali aree di attività: agricoltura, trasporti e logistica, approvvigionamento e trasformazione. Per tutti questi motivi, diamo avvio al nostro nuovo importante obiettivo nell’ambito della sostenibilità: lavorare anno dopo anno, progetto dopo progetto, per diventare climate positive entro il 2030.

 

 

Marco e Valentino Zuzzi

MOLINO PORDENONE:
IL NOSTRO IMPEGNO SERIO E CONTINUO
PER DIVENTARE CLIMATE POSITIVE

Il nostro obiettivo di diventare Climate Positive si traduce in un percorso di miglioramento che ha l’obiettivo di sottrarre all’atmosfera più anidride carbonica (CO2) di quanta ne rilasciamo con la nostra attività, contribuendo a restituire un territorio migliore di come l’abbiamo trovato.

Image
Image
Image
Image

Non effimero “greenwashing” - termine inglese che indica un ecologismo ingannevole, solo di facciata - ma impegno concreto di miglioramento pluriennale, basato su dati misurati e certificati da parte terza: un percorso intrapreso con il supporto di Etifor, autorevole spin-off dell’Università di Padova specializzato nell’accompagnare le aziende in percorsi di miglioramento delle performance sociali e ambientali.

M.A.R.C.

M.A.R.C.

PER DIVENTARE CLIMATE POSITIVE, ABBIAMO SCELTO L’APPROCCIO MARC:

MEASURE

Avoid

Risk

Capture

MARC è l’approccio scientifico con cui Etifor affianca Molino Pordenone
nell’analisi e nel processo di ottenimento del risultato virtuoso di sostenibilità ambientale

CLIMATE POSITIVE 2030.

Measure

Misurare e verificare l’impatto del prodotto sull’ambiente

Misurare e verificare l’impatto del prodotto sull’ambiente attraverso le metodologie di analisi LCA per giungere alla certificazione dell’EPD, il dato che fotografa l’incidenza di CO2 nel ciclo di vita del prodotto preso in considerazione.

 

È dalla consapevolezza che possiamo cominciare ad intervenire per ridurre ed annullare tale impatto.

LCA - Life Cycle Assessment:
analisi del ciclo di vita del prodotto

L’analisi del ciclo di vita del prodotto (in inglese Life Cycle Assessment, LCA) è il metodo scientifico più solido e utilizzato per effettuare uno studio completo sugli impatti ambientali di un prodotto.
L’analisi considera tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto, partendo dall’estrazione e lavorazione delle materie prime, passando per la fase di fabbricazione del prodotto, il trasporto e la distribuzione, fino ad arrivare all’utilizzo del prodotto stesso, all’eventuale riutilizzo del prodotto o delle sue parti, alla raccolta, stoccaggio ed eventuale recupero delle sue parti o allo smaltimento finale dei rifiuti.

Lo studio di LCA permette di migliorare i prodotti esistenti e può, a sua volta, diventare la base per la Dichiarazione Ambientale di Prodotto (dall’inglese Environmental Product Declaration, EPD), un documento che descrive gli impatti ambientali legati al prodotto.

EPD:
enviromental product declaration

L’EPD è una dichiarazione di prodotto riconosciuta in ambito internazionale, finalizzata alla misurazione del proprio impatto ambientale: conoscerlo per poterlo controllare, ridurre, eliminare.

Inizia qui la nostra azione per raggiungere l’obiettivo MOLINO 2030 Climate Positive.

Avoid

Evitare l’impatto ambientale

Evitare l'impatto ambientale: analizzando quali aspetti nel ciclo di vita del prodotto incidono
maggiormente nella produzione di CO2, si possono ideare strategie e applicare azioni mirate per la riduzione degli impatti ambientali come, per esempio, l’approvvigionamento di energia da fonti rinnovabili, il rinnovamento della flotta aziendale favorendo l’impiego di mezzi meno impattanti, ecc.

Un processo virtuoso che alimenta e sostiene le tecnologie a basso impatto ambientale.

Risk

Analizzare il rischio per la nostra attività

La crisi climatica sta modificando per sempre il nostro pianeta. Fenomeni metereologici estremi come forti venti o tempeste, siccità e ondate di calore e inondazioni stanno diventando sempre più frequenti.
I settori che dipendono fortemente da determinate temperature e livelli di precipitazioni (come l’agricoltura ed i settori ad essa collegati) sono particolarmente soggetti a questi rischi.

Da questa consapevolezza nasce la necessità di analizzare e valutare attentamente i rischi a cui la nostra attività potrebbe essere soggetta, in modo da poter sviluppare misure preventive e di mitigazione. I principali rischi che abbiamo identificato sono:

DIFFICOLTÀ DI REPERIMENTO
DELLA MATERIA PRIMA

AUMENTO DEI COSTI
DELLA MATERIA PRIMA

CALO DI QUALITÀ
DELLA MATERIA PRIMA

LA NOSTRA AZIONE AVRÀ COME OBIETTIVO LA RIDUZIONE E LA MITIGAZIONE DI QUESTI RISCHI.

Capture

Catturare la CO2 in eccesso coinvolgendo le persone

Oltre ad aver misurato gli impatti dei nostri prodotti - e accanto al costante impegno per la loro riduzione - abbiamo deciso di sostenere progetti di salvaguardia, miglioramento e creazione di nuove foreste, in misura sempre crescente nel tempo, in partnership con WOWnature®.

Questo ci permetterà, da un lato, di catturare una parte sempre crescente della CO2 residua che, per limiti tecnologici, ci è impossibile non emettere al giorno d’oggi; dall’altro lato, ci permetterà di far conoscere l’impegno e la dedizione della nostra azienda nella salvaguardia dell’ambiente durate tutte le fasi delle nostre attività, coinvolgendo i clienti e la comunità lungo un percorso virtuoso e di trasformazione,

fino a quando nel 2030 arriveremo a catturare più CO2 di quella che emettiamo, diventando quindi Climate Positive.

energia
Trasporto
Packaging
Ambiente

Settori di intervento

ENERGIA

LOGISTICA

AMBIENTE

M

Misurare l’impatto
del prodotto sull’ambiente

A

Evitare
l’impatto ambientale

R

Analizzare il rischio
per la nostra attività

C

Catturare la CO2 in eccesso
coinvolgendo le persone

2021
2021

2

0

2

1

2

0

2

1

R

Analisi del rischio
per la nostra attività

Analisi del rischio
per la nostra attività

M

Misura dell’impatto che il
prodotto ha sull’ambiente

Misura dell’impatto che il
prodotto ha sull’ambiente

2022
2022

2

0

2

2

2

0

2

2

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

2023
2023

2

0

2

3

2

0

2

3

A

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

100

100

Anniversario
Molino Pordenone

Anniversario
Molino Pordenone

2024
2024

2

0

2

4

2

0

2

4

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

2025
2025

2

0

2

5

2

0

2

5

A

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

2026
2026

2

0

2

6

2

0

2

6

M

Misura dell’impatto che il
prodotto ha sull’ambiente

Misura dell’impatto che il
prodotto ha sull’ambiente

2

0

2

7

2

0

2

7

A

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

2028
2028

2

0

2

8

2

0

2

8

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

2027
2027

2

0

2

9

2

0

2

9

A

A

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

Azioni mirate ad evitare
l’impatto ambientale

C

C

Catturiamo la CO2
in eccesso

Catturiamo la CO2
in eccesso

Image